Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Uno dei più riconoscibili esempi di bigiotteria vintage è la spilla o spilletta “Jelly Belly” (letteralmente “pancetta di gelatina”).

Trifari fece da pioniere per questo tipo di spille all’inizio degli anni ’40 e le stesse furono perfezionate negli stessi anni dal suo capo disegnatore, Alfred Philippe.

Le parole “Jelly Belly” fanno riferimento ad una spilletta figurativa (di solito di un animale ma anche altri soggetti) con il centro ovale o sferico e non sfaccettato formato da lucite lucida bianca o colorata.

Le Jelly Bellies prodotte immediatamente dopo la Seconda Guerra Mondiale rappresentano dei veri e propri must per qualsiasi collezionista di bigiotteria, anche se spesso sono difficili da reperire e molto costose.

Una delle prime Jelly Belly di Trifari raffigura un pulcino che esce dall’uovo. Con la sua testa ornata di strass a pavè, l’occhio rosso corallo ed il resto della spilla placcato oro, questo pezzo è proprio quello che una Jelly Belly dovrebbe essere: elegante, affascinante e stravagante.

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Negli anni ’40 Philippe creò un vero e proprio zoo di creature Jelly Belly. Qui sotto ne vediamo alcuni esempi.

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

 

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Galli e pinguini sono esempi tra i più comuni dei disegni Philippe e Trifari di quegli anni (foto qui sotto).

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Jelly Bellies più rare di quel tempo includono barboncini, elefanti placcati in rodio con le zanne smaltate di nero e occhi rossi e una spilletta a forma di gatto che va a pescare in una ciotola con un pesce rosso (qui sotto è possibile vedere tutte e tre le spillette).

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Per non essere oltrepassata dalla concorrenza, la Coro mise su una sua propria linea di Jelly Bellies, disegnate da Adolph Katz e vendute nei grandi magazzini sotto il marchio di fascia medio-alta Corocraft.

Un esempio particolarmente rappresentativo di questa produzione è la spilla a forma di pesce angelo disegnata da Adolph Katz nel 1942, con le sue grandi pinne variamente dipinte di blu e acqua e il corpo riempito con una enorme palla bianca di lucite.

Qui sotto sono rappresentati sia il brevetto originale che la spilla (con orecchini coordinati).

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Altre Jelly Bellies prodotte da Coro furono realizzate come spille Duette, celeberrima invenzione dell’azienda che permetteva di indossare due spille insieme o singolarmente.

Qui sotto alcuni esempi di Duette Coro, sempre disegnati da Adolph Katz negli anni ’40.

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'EpocaLe Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Trifari fece causa a Coro per violazione delle leggi sul diritto d’autore ma numerosi altri bigiottieri, sull’onda del successo di quei pezzi, produssero la loro propria linea di Jelly Bellies, la maggior parte delle quali rimasero senza firma (qui sotto, due esempi).

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Le Spille 'Jelly Belly' nella Bigiotteria Americana: Il Fascino di un'Epoca

Al giorno d’oggi i pezzi firmati Trifari (soprattutto) e Coro sono oggetto di fortissimo interesse da parte delle collezioniste ma i pezzi non firmati rappresentano, a fronte di una bellezza nel design paragonabile a quella degli originali, un discreto affare e possono essere di grande interesse per quante amino indossare la loro bigiotteria senza preoccuparsi troppo del valore in denaro che c’è dietro un pezzo.

Questo articolo ha suscitato il tuo interesse?

Hai commenti, domande o vuoi approfondire? Parliamone insieme, magari davanti a un buon caffè!

Vieni a trovarmi nel mio Showroom (in appartamento privato) a Roma nel quartiere Trieste!  Chiama il 3331546730 per fissare un appuntamento.

Paolo Ercolani

COPYRIGHT © PAOLO ERCOLANI / TESORI VINTAGE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI